Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione.
Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui.
Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.



la Biennale di Venezia
Main Visual sez Asac (NEW)

Archivio Storico


Partiture

Costituisce una preziosa raccolta che risale ai primi anni Trenta. Rappresenta un insieme unico per formazione e caratteristiche: si tratta infatti di partiture e spartiti relativi a opere eseguite nel corso delle diverse edizioni del Festival Internazionale di Musica Contemporanea, in particolare di opere commissionate dalla Biennale di Venezia. La collezione si è incrementata nel tempo grazie anche agli acquisti e alle donazioni di musicisti e compositori contemporanei. Include, tra le altre, opere di Nono, Donatoni, Togni, Ferneyhough, Maderna.

Consistenza
La collezione si compone di circa 4.000 unità, tutte inventariate; comprende composizioni originali manoscritte e a stampa, stesure autografe ed esemplari unici.

Collocazione
La Collezione ha sede presso Ca’ Corner della Regina in attesa di essere trasferita presso i depositi attrezzati di Cygnus, a Marghera. Le partiture ‘grande formato’ sono conservate in apposite cassettiere suddivise in ordine alfabetico per compositore. Le altre sono riposte in armadi con anta a vetrina e seguono un ordine di collocazione alfabetico.

Strumenti di consultazione
La collezione dispone di:
• catalogo cartaceo a schede per compositore
• catalogo cartaceo a schede per organico strumentale e strumento solista

Le segnature (MO) seguite dal segno asterisco (*) indicano partiture e spartiti rari.
Le segnature (MO) seguite dai segni asterisco più (* +) indicano partiture e spartiti rari di grande formato.