Questo sito usa cookie tecnici e cookie di profilazione, anche di terze parti, al fine di rendere più rapido e migliore il suo utilizzo e per inviarti messaggi pubblicitari in linea con le preferenze da te manifestate durante la navigazione.
Se vuoi saperne di più o modificare le impostazioni del tuo browser relativamente ai cookies, fino ad eventualmente escluderne l’installazione, premi qui.
Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.



la Biennale di Venezia
Main Visual Sezione Cinema (new)

Cinema

Selezionati al Festival di Berlino 4 film di “Final Cut in Venice”

< Indietro
Final Cut in Venice sostiene la postproduzione di film dei paesi africani e del vicino Oriente
07 | 02 | 2017

tre film da Final Cut in Venice 2016; uno da Final Cut 2015

Quattro film che hanno partecipato ai workshop di Final Cut in Venice sono stati selezionati al Festival di Berlino 2017 (9-19 febbraio), tra i quali Félicité di Alain Gomis (Francia, Senegal) in Concorso.
 
Final Cut in Venice è il progetto che dal 2013 sostiene la postproduzione di film provenienti dai paesi africani e da Giordania, Iraq, Libano, Palestina e Siria, nell’ambito del Venice Production Bridge della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.
 
I film selezionati alla Berlinale provenienti da Final Cut in Venice 2016 sono:
·  Félicité di Alain Gomis (Francia, Senegal) in Concorso
·  The Wound di John Trengove (Sudafrica) in Panorama
·  Istiyad Ashbah (Ghost Hunting) di Raed Andoni  (Francia, Palestina, Svizzera, Qatar) in Panorama Dokumenta
 
Il film selezionato alla Berlinale da Final Cut in Venice 2015 è:
·  Tigmi Nigren (The House in the Fields) di Tala Hadid  (Marocco, Qatar) al Forum
 
 
Il workshop Final Cut in Venice, insieme all’European Gap-Financing Market, è uno dei progetti avviati dal Venice Production Bridge della Mostra del Cinema di Venezia, diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale presieduta da Paolo Baratta.
 
Final Cut in Venice intende dare un aiuto concreto al completamento dei film provenienti dai paesi africani e dalla Giordania, dall'Iraq, dal Libano, dalla Palestina e dalla Siria: dare un'opportunità ai loro produttori e registi di presentare i film in lavorazione a operatori e distributori internazionali con lo scopo di facilitarne la post-produzione, promuovere eventuali partnership di coproduzione e l'accesso al mercato.
 
Final Cut in Venice si articola in tre giornate di lavoro in cui fino a 6 film selezionati in copia lavoro vengono presentati a produttori, buyer, distributori e programmatori di festival cinematografici. Sono previsti momenti di networking, incontri e riunioni in cui i registi e produttori possono confrontarsi con i partecipanti al workshop. Il workshop si conclude con l'attribuzione di premi in kind oppure in cash, finalizzati al sostegno economico dei film nella fase di post produzione.
 
Final Cut in Venice 2016  è stato  organizzato in collaborazione con Laser Film, Mactari Mixing Auditorium, Titra Film, Sub-Tu Ltd, Sub-Ti ACCESS Srl, Rai Cinema, Organisation Internationale de la Francophonie (OIF), Festival International du Film d’Amiens, Festival International de Films de Fribourg, MAD Solutions, Institut Français.
 
La prossima edizione del workshop è prevista dal 3 al 5 settembre 2017. Regolamento e fiche d'iscrizione saranno disponibili da aprile sul sito www.labiennale.org. Per ulteriori informazioni: finalcut@labiennale.org, alessandra.speciale@labiennale.org.