la Biennale di Venezia
Main Visual Sezione Cinema (new)

Cinema

Successo internazionale per i film di Biennale College – Cinema (1a edizione)

< Indietro
16 | 12 | 2013

Stanno ottenendo un significativo successo internazionale i tre film della prima edizione (2012-2013) di Biennale College – Cinema, il nuovissimo laboratorio di alta formazione per lo sviluppo e la produzione di lungometraggi a micro-budget, rivolto a registi e produttori emergenti di tutto il mondo, realizzato dalla Biennale di Venezia in sponsorship con Gucci:

· Memphis (Usa) di Tim Sutton (regista), prodotto da John Baker, è stato selezionato al Sundance Film Festival 2014 nella sezione NEXT <=>, dedicata alle nuove leve del cinema indipendente americano più coraggioso e sperimentale
· Mary is Happy, Mary is Happy (Thailandia) di Nawapol Thamrongrattanarit (regista), prodotto da Aditya Assarat, ha vinto il premio come miglior film asiatico (Netpac Competition) al Taipei Golden Horse Film Festival, è stato presentato al Busan International Film Festival, al Festival Internacional de Cine Valdivia (in Concorso), al Tokyo International Film Festival, al Torino Film Festival.
Ha ricevuto ottime recensioni, culminate con quella di “Variety” (Richard Kuipers, 1° novembre 2013). Dal 28 novembre 2013 è nelle sale thailandesi
· Yuri Esposito (Italia) di Alessio Fava (regista), prodotto da Max Chicco, è stato presentato allo Stockholm Film Festival e al Torino Film Festival. Haricevuto ottime recensioni, culminate con quella di “Time Magazine online” (Richard Corliss, 6 settembre 2013)
 
I 3 lungometraggi sono stati sviluppati e realizzati a basso costo da Biennale College – Cinema con un contributo di 150.000 €. Sono stati presentati in prima mondiale alla 70a Mostra di Venezia 2013 e sono stati inoltre proiettati online nella Sala Web, la sala virtuale che affianca le sale tradizionali delle proiezioni al Lido.
 
Biennale College è un’esperienza innovativa e complessa che integra tutti i Settori della Biennale di Venezia,promuovendo i giovani talenti e offrendo loro di operare a contatto di maestri, per la messa a punto di “creazioni”.
 
Dal 2012, l’obiettivo di Biennale College – Cinema è quello di realizzare, al termine di attività svolte in un anno, 3 opere audiovisive di lunga durata e a basso costo (150mila euro). Possono partecipare team di registi alla loro opera prima o seconda, e produttori che abbiano realizzato almeno 3 prodotti audiovisivi distribuiti e/o presentati a festival.
 
Biennale College – Cinema, realizzato in partnership con Gucci dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta, ha il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale Cinema -, della Regione del Veneto e di Eurasia IFF, Kazakistan. Biennale College – Cinema si avvale della collaborazione accademica con IFP di New York, nonché della collaborazione del Dubai International Film Festival e del TorinoFilmLab. Infine – altra novità della seconda edizione – inizia la collaborazione con il Busan International Film Festival. Direttore è Alberto Barbera, Head of Programme Savina Neirotti.
 
Si ricorda che la seconda edizione (2013-2014) di Biennale College – Cinema è stata lanciata con successo nel maggio 2013. I 3 progetti destinati a diventare lungometraggi, scelti al termine del primo workshop fra 12 progetti già selezionati da tutto il mondo (e proposti da team di registi e produttori), sono:
· Blood Cells - Joseph Bull (regista, Gran Bretagna), Luke Seomore (regista, Gran Bretagna), Samm Haillay (produttore, Gran Bretagna). Dopo una catastrofe che ha distrutto la sua famiglia e la sua fattoria dieci anni prima, un giovane è costretto a vivere un'odissea nell'Inghilterra odierna (opera prima)
· H. - Rania Attieh (regista, Libano), Daniel Garcia (regista, Usa), Shruti Rya Ganguly (produttore, India). La storia di due donne che si chiamano entrambe Helen, le cui vite e relazioni iniziano a sgretolarsi dopo la caduta di un meteorite sulla loro città, Troy, nello Stato di New York. Una rivisitazione immaginaria, moderna e lirica di una classica tragedia greca (opera seconda)
· Short Skin - Duccio Chiarini (regista, Italia), Babak Jalali (produttore, Iran/Gran Bretagna). Bisogna essere duri senza mai perdere la tenerezza (opera prima)
 
Due opere prime (Blood Cells, Short Skin), un'opera seconda (H.), un film inglese, uno americano e uno italiano, ma anche di altri Paesi coinvolti per la nazionalità dei registi o dei produttori (Libano, India, Iran), a conferma dell'internazionalità del progetto di Biennale College – Cinema. I 3 lungometraggi sviluppati dai progetti saranno presentati alla 71. Mostra di Venezia (27 agosto – 6 settembre 2014).
 
Un’area del sito web della Biennale, www.labiennale.org, è dedicata al racconto delle attività di Biennale College – Cinema, e consente di seguire le fasi di sviluppo dei progetti.