Chiudi

la Biennale di Venezia
Main Visual Sezione Cinema (new)

Cinema

Venezia a Seoul

< Indietro
film italiani e il progetto speciale Venezia 70 - Future Reloaded
17 | 12 | 2013

dal 17 dicembre 2013 al 5 gennaio 2014

Cinemateca Art Cinema Seoul, in cooperazione con la Biennale di Venezia e l’Istituto Italiano di Cultura in Seoul, presenta la seconda edizione di Venezia a Seoul dal 17 dicembre 2013 al 5 gennaio 2014.
 
Quest’anno la Mostra ha festeggiato le sue 70 edizioni e ha presentato un programma speciale. Una selezione di 17 film è disponibile per il pubblico cinefilo di Seoul: dai classici appena restaurati digitalmente come Paisà, Quién Sabe?, La proprietà non è più un furto ai film italiani più recenti come L’intrepido, Via Castellana Bandiera e Sacro GRA che si è aggiudicato il Leone d’oro 2013.
 
Inoltre, documentari su maestri come Bertolucci e Pier Paolo Pasolini e su una grande attrice come Anna Magnani. Venezia 70 - Future Reloaded è un progetto speciale di celebrazione del settantesimo da non perdere assolutamente: 70 registi, incluso Hong Sang-soo, vi hanno partecipato.
 
Tra gli appuntamenti da seguire, Yuri Esposito, uno dei primi risultati di Biennale College – Cinema, le conferenze del regista Oh Seoung-uk, del giornalista cinematografico Ju Sung Chul e del critico Han Chang-ho.
 
Alberto Barbera, direttore della Mostra di Venezia, ha dichiarato: “Grazie alla rinnovata collaborazione, viene raggiunto un triplice, significativo obbiettivo. Contribuire alla promozione del cinema italiano all’estero, in un momento in cui la situazione del mercato sembra poco favorevole alla circuitazione commerciale di film d’autore (fra i quali figurano lungometraggi inediti, documentari e classici restaurati). Favorire l’informazione e la crescita culturale del pubblico, rimediando almeno in parte ai limiti imposti dalle difficoltà economiche legate alla distribuzione tradizionale. Fare conoscere sempre meglio e in maniera più articolata la Mostra del Cinema di Venezia, che è tra i più importanti appuntamenti internazionali nel pur affollato panorama degli appuntamenti festivalieri”.