la Biennale di Venezia

Biennale Arte 2015

Presentate le linee generali della 56. Esposizione Internazionale d’Arte
Biennale Arte 2015

14. Mostra Internazionale di Architettura

Salta le code con la biglietteria online! Scopri tutte le offerte
14. Mostra Internazionale di Architettura

14. Mostra Internazionale di Architettura

Aperta da martedì a domenica, ore 10-18 (chiuso lunedì, escluso 17 novembre)
14. Mostra Internazionale di Architettura

News

Freeport | Repubblica Dominicana. Double Dip e Caribbean Modernity: Paradise as tabula rasa

< Indietro
incontro su temi correlati a Santo Domingo, Caraibi e Repubblica Dominicana
10 | 10 | 2014

Corderie dell’Arsenale (palco C), 10 ottobre 2014

Organizzato dal Padiglione della Repubblica Dominicana e DoCoMoMo_do
Intervengono: Corbin Keech e Leonid Slominskiy
Melisa Vargas Rivera, Omar Rancier e Alex Martìnez Sùarez
 
Double Dip e Caribbean Modernity: Paradise as tabula rasa, i titoli scelti per il nuovo Freeport presentato nell’ambito della mostra Monditalia. I due incontri organizzati dal Padiglione della Repubblica Dominicana insieme a DoCoMoMo_do, si svolgeranno alle Corderie dell’Arsenale venerdì 10 ottobre 2014,dalle 14.00 alle 17.30, palco C.
 
La prima parte dell’incontro, dal titolo Double Dip, vede l’intervento da parte di Corbin Keech e Leonid Slominskiy, che spiegheranno lo studio condotto presso la Columbia University Graduate School of Architecture, Planning, and Preservation nella primavera del 2011 da Shohei Shigematsu e Christy Cheng. Soggetto dello studio la particolare situazione di Santo Domingo e della zona coloniale riconosciuta dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità nel 1990. Gli studenti hanno realizzato master plan per il sito di Sans Souci, luogo vicino alla zona protetta dall’UNESCO. Hanno cercato soluzioni, proponendo strategie architettoniche che tenessero conto delle necessità di crescita della città.
 
La seconda parte, dal titolo Caribbean Modernity: Paradise as tabula rasa, vedrà gli interventi degli studiosi Melisa Vargas Rivera e Alex Martínez Suárez. Gli interventi mirano a comprendere il significato e le implicazioni della produzione architettonica e urbana dei Caraibi e della Repubblica Dominicana, e a indagare la diffusione negli ultimi decenni di alcuni elementi centrali nel processo di modernizzazione del XX secolo. I relatori affronteranno la storica lotta che la regione caraibica ha affrontato tra associazionismo e autonomia, che ha rappresentato un vantaggio e allo stesso tempo un impedimento: da un lato l'isolamento è servito come meccanismo di difesa, ma dall’altro ha rappresentato una minaccia di segregazione e distacco. Il periodo critico che va dal 1930 al 1961, in cui nacque una delle dittature più spietate della Repubblica Dominicana, guidata da Rafael Trujillo, si è basato ideologicamente sull’esercizio dell’autorità attraverso l’ordine, la paura e l'ammodernamento del paese che allora era prevalentemente rurale e incontaminato. Durante l’incontro, verrà infine preso in esame il processo di transizione che ha portato allo stato attuale delle cose.
 
Freeport è organizzato nell’ambito della mostra Monditalia dai Paesi Partecipanti che accompagnano così le loro mostre nei padiglioni con una serie di incontri e proiezioni negli spazi delle Corderie dell’Arsenale. Freeport si svolge durante i giorni feriali di mostra come controparte dei Weekend Special; entrambi arricchiscono i Meetings on Architecture organizzati dalla Biennale di Venezia. Il calendario di tutti gli appuntamenti è consultabile su www.labiennale.org/it/calendario/.
 
 
 
PROGRAMMA
 
Venerdì 10 ottobre
14.00 => 16.00     Double Dip
                              Intervengono
                              Corbin Keech, Leonid Slominskiy
 
16.00   Caribbean Modernity: Paradise as tabula rasa
             Presentazione
 
16.05   Melisa Vargas Rivera | Context
Questo intervento verterà in particolare sulla storica lotta che la regione caraibica ha affrontato tra associazionismo e autonomia. Lotta che ha rappresentato un vantaggio e allo stesso tempo un impedimento: da un lato l'isolamento è servito come meccanismo di difesa, ma dall’altro ha rappresentato una minaccia di segregazione e distacco. Analizzerà l'impatto degli uragani e altri disastri, che costantemente spazzano via il territorio creando una tabula rasa da cui ricominciare. L’intervento prenderà in considerazione la dottrina agli inizi del XX secolo dell’americano Monroe, una sorta di punto zero, dal quale la modernità è stata introdotta nella regione e nella Repubblica Dominicana
 
16.35   Alex Martínez Suàrez | Legacy, Expansion and Ruin
Questo intervento esaminerà la dissoluzione di un discorso urbano e l'inizio dell’espansione speculativa urbana nei decenni dopo la caduta della dittatura di Trujillo. Anche se l'architettura era ancora attaccata a precetti moderni la città cominciò ad essere plasmata da una sorta di "urbanistica dello stato reale" che domina ancora oggi il suo sviluppo. Sarà affrontata la trasformazione architettonica che ha portato alla città attuale.
 
17.05   Dibattito e domande del pubblico
 
 
Il programma potrà subire integrazioni e modifiche che saranno tempestivamente comunicate.
Gli incontri sono accessibili al pubblico che visita la 14. Mostra in possesso del titolo di ingresso.
Biglietto intero € 25,00 - Ridotto € 22/20 - Studenti / Under 26 € 15,00.
I biglietti sono validi per un ingresso all’Arsenale e uno ai Giardini.
Per tutte le tariffe consultare la sezione Biglietteria >>